Corriere della Sera - Fabio Savelli - Pag. 4 5 Agosto 2022

Draghi: cresceremo più di Francia e Germania Misure straordinarie

‘Nuvole in vista’. Così, nel corso della conferenza stampa tenutasi al termine dell’ultimo Consiglio dei ministri prima della pausa estiva, il premier Draghi ha anticipato l’autunno. ‘Aumento del prezzo del gas, crisi energetica, carovita’ alta inflazione e pure ‘difficoltà di approvvigionamento di materiali, incertezza geopolitica’. In ogni caso l’eredità che lascerà al prossimo premier lo induce a pensare ‘che le previsioni sul terzo trimestre non sono così pessimistiche seppur in un contesto di forte difficoltà per imprese e famiglie’. Difficoltà che il decreto legge Aiuti bis intende ‘alleviare’ con una dote da 17 miliardi di euro. I provvedimenti vanno da interventi sulle bollette elettriche, sul cuneo fiscale e sulla rivalutazione delle pensioni. Sono misure che assumono connotati straordinari dettati dal carattere d’urgenza. Il premier Draghi non ha dubbi che il prossimo Governo rispetterà gli impegni assunti in Europa col Pnrr perché è in gioco la credibilità del Paese. Le riforme chieste da Bruxelles su fisco e concorrenza non sono rimandabili anche per non dilapidare una crescita che non si vedeva da vent’anni, meglio di Francia e Germania.